Friday, July 14, 2006

Il vento accarezzava la sua pelle malata.
Rintanata in se stessa, si vedeva proiettata in quel riflesso oscuro, di un mare placido in cui si distendevano mille luci lontane...ed avrebbe voluto sdraiare anche lei le membra stanche...palpebre semichiuse, cercavano...sbattevano, sentendo quel fumo che si portava via una parte di passato...
E girava lo sguardo nella notte...¿qué pasará?...¿donde estarás?...siempre volverás, lo sé...lo espero...siempre volverás...espero, yo te espero...siempre...

0 Comments:

Post a Comment

<< Home